Chi sono

Nata sotto il segno di aspirante scrittrice, strada facendo trovo realizzazione nel giornalismo collaborando con quotidiani, settimanali, radio, uffici stampa, media online, in veste di cronista, fotocronista, corrispondente, regolarmente iscritta all’Ordine nazionale dei Giornalisti. 

Mi avvicino alla fotografia, intesa come forma di espressione artistica e comunicativa, nel 2011, focalizzando inizialmente la mia attenzione sui generi legati a natura e ritratti. Nel 2014 inauguro la mia prima mostra personale – “Macro Sistemi Floreali” – presso l’Art Liberty Cafè di Riva del Garda (TN). Prendo sistematicamente parte alle mostre collettive organizzate dal Circolo Fotoamatori Valle di Ledro, di cui sono socia e membro del consiglio direttivo. 
Nel 2016 entro a far parte del Dipartimento Social di FIAF-Federazione Italiana Associazioni Fotografiche, con cui collaboro sia per quanto riguarda la gestione dei canali istituzionali sia per la stesura di articoli-recensioni. Nel 2017, in occasione del progetto nazionale dal titolo “La Famiglia in Italia”, vengo nominata Coordinatore Artistico per il Trentino Alto Adige. Considerato l’impegno profuso a favore della Federazione, nel 2018 e in occasione del 70° Congresso Nazionale tenutosi a Cortona (AR) ricevo l’onorificenza e il titolo di “Responsabile di Community”, al quale fanno presto seguito collaborazioni con la rivista mensile “FotoIT”, di cui nel 2020 assumo il ruolo di caposervizio, e “Riflessioni, il magazine del CIFA-Centro Italiano per la Fotografia d’Autore “.

Amplio il mio interesse alla street-photography, ai lavori a portfolio e alla fotografia concettuale, prediligendo il bianco-e-nero. Le mie fotografie appaiono su alcune pubblicazioni e cataloghi, vengono ammesse a concorsi nazionali e inserite nella statistica FIAF.

Nella primavera 2018 un mio scatto panoramico viene selezionato per il progetto di documentazione realizzato dal CollettivoOP dal titolo “Opera di svelamento e riempimento del lago di Molveno”, promosso dalla Provincia Autonoma di Trento e dal Muse-Museo delle Scienze, poi esposto al padiglione Arcipelago Italia della Biennale di Architettura di Venezia.

Nel 2019 e 2020 vengo scelta come testimonial per la campagna tesseramento FIAF.

La mia natura è quella di una persona attiva, curiosa, sempre pronta a mettersi in gioco e alla continua ricerca di esperienze di crescita. Rifuggo l’omologazione, i fanatismi, il pensiero stereotipato, a favore della bellezza del silenzio, del valore dei dettagli, della nobiltà insita nelle piccole cose, nell’unicità di uno sguardo, di una parola, di un momento.

Amo i fiori, le giornate calde e soleggiate, coniugare i verbi al presente, camminare nel bosco, abbracciare gli alberi, stendermi in un prato per guardare le nuvole passare, fare salti sul letto, leggere prima di dormire, meravigliarmi al canto del merlo che al crepuscolo annuncia l’arrivo della primavera. Mi piace dormire, nuotare, andare in bici, guidare, cucinare, mangiare. E passare, come nulla, da scarpe da trekking al tacco 10.
Di me, dicono io abbia la capacità di vedere e 
la sensibilità ascoltare, in profondità. 
Non sopporto il freddo, l’arrivismo, la sciatteria, le volgarità, la mancanza di rispetto, le riunioni condominiali, chi giudica senza conoscere.
Mi faccio gli affari miei – vivo, lascio vivere. E vorrei che gli altri facessero lo stesso con me.

foto Fabrizio Giusti, Jesolo 2019, Fujifilm X-E2